L'universo sulla punta di un ago

L’arte giapponese del ricamo o Nuido è una pratica spirituale complessa in cui il ricercatore tiene attiva per lunghi periodi la sua consapevolezza nel riempire  punto dopo punto il disegno originario.  Ce ne parla Massimo  Shidō Squilloni  C’è stato un…

Come un’ape raccogliendo il nettare non nuoce né danneggia il colore e il profumo del fiore così il saggio si muove nel mondo. (Dhammapada 49)

La felicità e la pace del cuore nascono dalla coscienza di fare ciò che riteniamo giusto e doveroso, non dal fare ciò che gli altri dicono e fanno. (Gandhi)

PROGETTO G.I.R.O.

Il progetto GIRO – Giovani Istituzioni Rappresentanza Orientamento – che ha coinvolto ragazzi e ragazze di Roma e Arles e che si colloca nell’ambito del Programma comunitario “Gioventù in azione” 1.3 che ha contribuito al finanziamento dell’esperienza, si è concluso…

Il sutra sullýamorevolezza spiega come interagire con gli altri, ma non ci dice nulla di specifico su che cosa fare rispetto a noi stessi, una lacuna che va colmata. Il discorso sullýamorevolezza (Karaniya Mettā Sutta) ci illustra come interagire con…

Superare l'ostilità

Il Buddha ci indica quali sono i modi per soggiogare i sentimenti di ostilita’ che sorgono in noi. In un tempo in cui le spinte all’ostilita’ e alla violenza sembrano proporsi in ogni angolo del mondo, la voce del Buddha…

La chiarezza del presente

Che cosa significa oggi in occidente essere donna e buddhista,  seguire quindi una tradizione religiosa relativamente nuova per i nostri paesi quanto millenaria per l’Asia? Partirei da alcune parole di Ayya Khema, una monaca buddhista occidentale, che molto mi hanno…

DI Maria Angela Fala’ Care lettrici e lettori, amici che ci seguite da anni e nuovi amici, e’ ormai passato del tempo dall’ultima uscita di DHARMA; ci dispiace di avervi fatto attendere oltre misura e ci scusiamo per questo gap…

Sopportare pazientemente è la vera austerità, l’estinzione della sete di sensazioni il supremo obiettivo. Non è un vero praticante chi fa violenza ad altri esseri, né chi offende il prossimo. (Dhammapada, 184)

Come il fabbro forgia una freccia così il saggio  trasforma la mente di per sé irrequieta, instabile e difficile da governare.  (Dhammapada 33)