frase 1.2

«La gente insensata si dedica, ignara, alla distrazione; l’uomo saggio custodisce l’attenzione come il tesoro più prezioso» (Dhammapada 26)